Intervista Chiara Altomonte

Intervista Chiara Altomonte
  • La divisione Fahion&Retail nasce in seguito al successo raggiunto in Cina da Consea.
    Puoi parlarci brevemente dell’esperienza Consea nel mercato asiatico?

Abbiamo aperto l’ufficio di Shanghai nel 2005. Siamo stati la prima società italiana di Head Hunting ad avere una sede diretta in Cina e questo ci ha messo in una situazione privilegiata nei confronti del mercato. Diversamente che in Italia, in Cina non ci siamo occupati esclusivamente dell’automotive, ma siamo stati il punto di riferimento di aziende italiane specializzate anche in altri ambiti.
Abbiamo lavorato soprattutto con il settore fashion & luxury sia per la parte operations, poiché in Cina ci sono molti poli industriali di aziende italiane, che per la parte di sviluppo commerciale e retail.
Nel 2009 abbiamo deciso di valorizzare l’esperienza acquisita e i contatti attivati costituendo la divisione Fashion&Retail, che ha base a Milano ma che opera, con un team dedicato, su tutti i paesi in cui siamo presenti.

  • Quali conoscenze e competenze specifiche sono necessarie per avere un ruolo di responsabilità nell’ambito del Fashion&Retail?

Il fashion ha peculiarità e tratti molto specifici, quindi sono fondamentali esperienza e conoscenza delle logiche del settore. Al tempo stesso, però, stiamo cominciando ad aprirci ad ambiti diversi, e valorizziamo quindi la conoscenza di processi e metodi più che conoscenze specifiche di settore. In generale, oltre ovviamente alle competenze tecniche, sono importanti velocità, dinamismo e grande flessibilità, caratteristiche che permettono di stare al passo con l’andamento del mercato.

  • Qual è stata l’evoluzione di questa divisione dal 2009 ad oggi?

Siamo partiti in due, valorizzando le competenze sviluppate e il network creato nell’esperienza avuta in Cina. Oggi abbiamo un team di una decina di persone che lavora trasversalmente sui paesi in cui siamo presenti. Una parte del team è specializzata sull’area retail, l’altra su prodotto, operations e staff. I nostri clienti sono prevalentemente aziende italiane con forte vocazione internazionale, o filiali di grandi multinazionali.

  • Esistono delle differenze nel modus operandi dei diversi team, a seconda della localizzazione nel nostro paese e nel mondo?
    Quanto è importante l’italianità nel lavoro in un settore in cui gli italiani sono riconosciuti come tra i maggiori player?

Il modus operandi di Consea è lo stesso in tutto il mondo ed è basato su grande attenzione alle persone, sia candidati che clienti, e focus sui dettagli. Eseguiamo un accurato processo di selezione e di mappatura e dedichiamo massima attenzione alla valutazione e alla verifica delle referenze. L’italianità rimane un valore forte, soprattutto nelle ricerche estere. Conoscere l’italiano o aver lavorato in aziende italiane rappresenta dunque un plus importante per i manager locali, sia che le selezione venga eseguita per aziende italiane che locali.

  • Quali sono i progetti futuri di ConseaFashion&Retail?

Siamo pronti a soddisfare le richieste dei nostri clienti che vogliono estendere la loro attività in Medio Oriente, nel Sud Est Asiatico e in Sud America, con l’obbiettivo di aprirci ad un mercato sempre più globale.

Competenze

Postato il

21 giugno 2016